Your current version of the hwdVideoShare component is not compatible with this version of the hwdVideoShare Mambot, please check your versions.

Barcone salvo in Lampedusa

Barca in salvo a Lampedusa

 

Un barchino con una donna e alcuni minori è stato portato in salvo a Lampedusa. La segnalazione arriva da Alarm Phone, che su Twitter fa sapere: "Alle 12.16 un parente delle persone a bordo ci ha riferito che la barca in difficoltà è stata portata in salvo in #Italia e che le persone a bordo sono a #Lampedusa. La @guardiacostiera ha confermato che stanno tutti bene. Benvenuti in Europa!". La barca era partita dalla Tunisia con a bordo 12-14 persone ed era rimasta alla deriva vicino Lampedusa.

Capitano Carola : "Rifarei tutto"

Rifarei tutto

 

"Non ho sbagliato ad entrare nel porto e nelle acque territoriali. L’unico errore è stata la collisione, nata dalla fatica. Comunque rifarei tutto quello che ho fatto, perché era il mio dovere". Lo afferma, in un'intervista a 'la Repubblica' Carola Rackete, la capitana della Sea Watch 3che parla per la prima volta dopo la mancata convalida dell'arresto e ricorda così i momenti dello sbarco.

Sea Watch ha attraccato a Lampedusa

Sea Watch a Lampedusa Migranti sbarcati, arrestata capitana

 

La Sea Watch ha attraccato a Lampedusa. Ferma da tre giorni al largo dell'isola, intorno alle due di questa notte è entrata in porto forzando il divieto di ingresso. "Basta, dopo 16 giorni entriamo in porto", ha scritto la ong su Twitter. Subito dopo l'ingresso in porto gli uomini della Guardia di Finanza sono saliti a bordo e hanno arrestato la comandante Carola Rackete, che ha invocato lo stato di necessità per i 40 migranti a bordo, con l'accusa di resistenza o violenza contro nave da guerra, un reato che prevede una pena da tre a dieci anni,

Sea Watch will enter in Lampedusa

"I will enter Italian waters and bring them to safety on Lampedusa," Carola Rackete said in an interview with La Repubblica daily, in reference to the island off Italy's southern tip.

Interior Minister Matteo Salvini has banned the Dutch-flagged vessel from approaching under a "closed ports" policy, which has seen migrants repeatedly left in limbo at sea.

Oltre 70 milioni di persone in fuga

Oltre 70 milioni di persone in fuga

 

Nel 2018, il numero di persone in fuga da guerre, persecuzioni e conflitti ha superato i 70 milioni. Si tratta del livello più alto registrato dall’Unhcr, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, in quasi 70 anni di attività. I dati raccolti nel rapporto annuale dell’Unhcr Global Trends, pubblicato oggi, mostrano come attualmente siano quasi 70,8 milioni le persone in fuga. Per coglierne la portata, tale cifra corrisponde al doppio di quella di 20 anni fa, con 2,3 milioni di persone in più rispetto a un anno fa, e a una popolazione di dimensione compresa fra quelle di Thailandia e Turchia.

Arrestati due scafisti senegalesi

Sbarco Pozzallo, arrestati due scafisti

 

La polizia giudiziaria a seguito dello sbarco di ieri a Pozzallo (Ragusa) ha raccolto gravi indizi di colpevolezza a carico di 2 scafisti senegalesi, di 16 e 21 anni. Secondo i testimoni sono loro che hanno condotto l’imbarcazione partita dalle coste libiche. "Il delitto è aggravato dal fatto di aver procurato l’ingresso e la permanenza illegale in Italia di più di 5 persone; perché è stato commesso da più di 3 persone in concorso tra loro; per aver procurato l’ingresso e la permanenza illegale delle persone esponendole a pericolo per la loro vita e incolumità ed inoltre per averle sottoposte a trattamento inumano e degradante", spiegano gli inquirenti. I migranti sono stati ospitati presso l’Hot Spot di Pozzallo per essere visitati e identificati dalla Polizia Scientifica.