Your current version of the hwdVideoShare component is not compatible with this version of the hwdVideoShare Mambot, please check your versions.

Adio Renato Balestra

Si e' spento questa sera in una clinica romana, dopo un breve ricovero. A darne notizia l'ufficio stampa e le figlie, Federica e Fabiana. Saranno loro assieme alla nipote Sofia a gestire il marchio e l'atelier di piazza Barberini a Roma.

Nato nel 1924 a Trieste, ma radicatosi nella Città Eterna, a Balestra spetta il merito di aver mantenuto viva la tradizione dell'alta sartoria a Roma, anche in decenni in cui la haute couture sembrava essere sparita dalla capitale, risucchiata dal pret a porter e dalla fast fashion. Negli anni Novanta Balestra continuava tenacemente a sfilare a Roma due volte l'anno, con classiche collezioni kolossal per la quantità di capi, che arrivavano anche a 90/100 outfit.

Ruta balcanica in Trieste

Interesse dei media e dell'opinione pubblica è concentrata per lo più sugli sbarchi e sugli arrivi via mare. Da quella "porta", solo quest'anno, sono arrivati oltre 90mila migranti. Ma questo non è l'unico punto d'accesso per l'Italia, perché l'area del Carso, in Friuli Venezia Giulia, è altrettanto "calda", con centinaia di arrivi quotidiani attraverso la rotta balcanica. Con uno degli ultimi comunicati, Frontex ha messo in evidenza che la rotta più attiva in assoluto è quella dei Balcani occidentali, dove si sono registrati 128.438 attraversamenti illegali, in aumento del 168 per cento.

L'elevato numero di attraversamenti è dovuto a tentativi ripetuti di passare la frontiera da parte di persone già presenti nei Balcani occidentali, nonché a migranti che arrivano a Belgrado in aereo, senza bisogno di visto, per poi tentare di attraversare i confini Ue via terra. In maggioranza si tratta di burundesi, afghani e iracheni. L'incremento così marcato è riscontrabile anche nel nostro Paese, come testimoniano i numeri dei richiedenti asilo nel solo 2022, che sono cresciuti esponenzialmente. "Negli ultimi dieci-quindici anni solo a Trieste siamo passati da 120 richiedenti asilo al 2022 in cui chiuderemo con 7mila istanze. Il numero del personale solo a Trieste é sceso nello stesso arco temporale di oltre cento unità", ci ha spiegato Fabrizio Maniago, segretario regionale del sindacato di polizia Siulp del Friuli Venezia Giulia,


Saviano against Italian PM Meloni

Famous italian writer Saviano  who lives under police escort and has been in hiding from the Neapolitan mafia, the Camorra, since 2006 after being threatened by mobsters following publication of his book Gomorrah, faces up to three years in prison.

Meloni’s action came after the author, in 2020, was asked on the political TV chatshow Piazzapulita for a comment on the death of a six-month-old baby from Guinea after a shipwreck in the central Mediterranean.

Including in his remarks the leader of the far-right Northern League, Matteo Salvini, who as interior minister introduced a decree imposing fines of up to €50,000 (£44,000) on NGO rescue boats bringing people to Italy, Saviano said: “I just want to say to Meloni, and Salvini, you bastards! How could you?”

“I’m sick of witnessing this disgusting profiteering by Saviano,” Meloni replied after Saviano’s TV appearance. “Is it normal that this serial hater is allowed to defame, without the right to reply, people who are not present on the talkshow? I have already asked my lawyers to proceed with a legal action against him.

Quatro navi ONG chiedono sbarco in Italia

Le navi umanitarie nel Mediterraneo che chiedono all'Italia di concedere subito un porto di sbarco sono diventate quattro e in totale i migranti in attesa 1075. Alla Humanity 1, alla Ocean Viking e alla Geo barents si è aggiunta ieri la piccola imbarcazione Rise Above della ong tedesca Mission Lifeline battente anch'essa bandiera tedesca. La nave ha soccorso ieri 95 persone tra cui molti neonati e bambini e adesso lancia un appello: "Le difficili condizioni meteo non permettono di restare ancora in mare: serve subito un porto sicuro di sbarco

Fascist images on Rome buildings

For the second day in a row, residents of the Italian capital woke up to a written   reminder of the country’s darkest past. Posters celebrating the 100-year anniversary of Benito Mussolini’s March on Rome, which led to 20 years of fascist rule, adorned several buildings in the city center and a giant banner promising, “100 years later, the march continues” was draped over a foot bridge in front of the ancient Roman Colosseum.

Rome mayor Roberto Gualtieri quickly had them torn down, but not before neo-fascists’ selfies in front of them went viral. “Unacceptable and shameful are the illegal posters to celebrate the centenary of the march on Rome that appeared last night in some streets,” Gualtieri tweeted. “I have ordered their immediate removal .

 

Written by Barbie Nadeau

Ong continuano di portare migranti in Italia

 

 

Sembra esssere iniziato il braccio di ferro tra l'Italia e la nave Humanity 1 della ong Sos Humanity. La nave, battente bandiera tedesca, si è posizionata davanti alle coste italiane nei pressi di Catania, a meno di 10 miglia dal confine delle acque territoriali. Ha deciso di pressare sui confini nonostante il ministero dell'Interno abbia ampiamente comunicato la sua posizione contraria all'ingresso in Italia. Ci sono 800 migranti a bordo delle navi ong, alle quali l'Italia non aprirà i porti finché non ci sarà comunicazione con gli Stati di bandiera, che alzano la voce contro l'Italia per avere un'assegnazione.