Your current version of the hwdVideoShare component is not compatible with this version of the hwdVideoShare Mambot, please check your versions.

Immigrazione clandestina ,16 persone finite agli arresti domiciliari

Il prezzo di partenza per un permesso di soggiorno in Italia di nove mesi, cinquemila euro: ma si poteva scendere fino a 1.500, "in base al numero di richieste o di rapporto personale o di parentela": è il prezzario stabilito dalla "filiera" specializzata nel far entrare e soggiornare immigrati in Italia, sgominata oggi dalla Polizia, con 16 persone finite agli arresti domiciliari e 56 indagati nel Potentino e nelle province di Milano, Firenze, Foggia e La Spezia.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza, sono cominciate nel 2018, dopo una segnalazione del Servizio centrale operativo della Polizia di Stato. La "filiera criminale" operava da tempo (sette o otto anni, secondo i primi risultati degli accertamenti) per regolarizzare la posizione di cittadini stranieri in Italia, che così, forniti di permessi di soggiorno regolari, potevano circolare liberamente nell'Unione Europea.