Your current version of the hwdVideoShare component is not compatible with this version of the hwdVideoShare Mambot, please check your versions.

PILOTI IN GINOCHIO CONTRO IL RAZZISMO

Gp Austria, piloti in ginocchio contro il razzismo

 

Lewis Hamilton si è inginocchiato, come promesso, prima di salire sulla sua monoposto per correre il Gp d'Austria di Formula 1. Il campione del mondo della Mercedes aveva annunciato il gesto come simbolico segno di protesta contro il razzismo, gesto seguito da altri piloti tra cui il ferrarista Sebastian Vettel. I piloti hanno indossato una maglia nera con la scritta 'End racism#WeRaceAsOne

Return to fully functional Schengen area

In a meeting held on Friday, MEPs have demanded a swift return to a fully functional Schengen area, which they deem as necessary in order to safeguard freedom of movement and ensure the EU’s economic recovery, adopting a resolution by 520 votes in favour, 86 against and 59 abstentions.

Speaking to the MEPs, the Civil Liberties Committee Chair and rapporteur Juan Fernando López Aguilar asserted that though it is good news that more and more internal border restrictions are being lifted, the way in which they are being lifted leaves a lot to be desired.

Without the return to a fully functional Schengen Area, we are still missing an essential stepping-stone on our way to recovery. A complete return to free movement, no discrimination, mutual trust and solidarity are of utmost importance and core values of the EU,” rapporteur López Aguilar said.

Whereas a press release published by the EU Parliament in its official website, notes that the MEPs have rejected any uncoordinated, bilateral action by individual EU countries and highlight the principle of non-discrimination in the reopening of borders.

Citta' italiane si illuminano per la Giornata di Rifiuggiato

I monumenti simbolo di cinque città italiane, Bari, Bologna, Firenze, Milano e Napoli, si illumineranno domani notte per la Giornata Mondiale del Rifugiato, in un’espressione di solidarietà con le quasi 80 milioni di persone nel mondo che sono state costrette a fuggire dalle loro case a causa di guerre, violenze o persecuzioni, riporta il sito dell’Unhcr.

Nella notte del 20 giugno la Fontana monumentale di Piazza Moro a Bari, Palazzo Re Enzo a Bologna, Porta San Niccolò a Firenze, Palazzo Marino a Milano e il Maschio Angioino a Napoli si tingeranno di blu per celebrare la forza, il coraggio e la perseveranza dei rifugiati, richiedenti asilo e sfollati interni, e per ribadire il ruolo di primo piano che hanno le città nel loro percorso di costruzione di un futuro migliore.

“I Comuni in Italia si trovano in prima linea nell’accoglienza e nell’integrazione dei rifugiati,” ha dichiarato Chiara Cardoletti, Rappresentante dell’UNHCR per l’Italia, la Santa Sede e San Marino. “Essi offrono sicurezza e rifugio e consentono l’accesso ai servizi locali, all’istruzione e alle opportunità di lavoro, gettando le basi per una nuova vita e promuovendo l’inclusione sociale”.

Oltre il 61 per cento dei rifugiati nel mondo e l’80 per cento degli sfollati interni vive in aree urbane. Il ruolo delle città nel fare fronte agli esodi forzati non è mai stato così importante.

In considerazione di questo, l’UNHCR ha lanciato la campagna Cities #WithRefugees per invitare le autorità locali in tutto il mondo a firmare una dichiarazione di solidarietà verso i rifugiati. Ad oggi, la campagna ha raccolto l’adesione di otto città italiane, di cui tre – Bologna, Milano (con il sostegno di A2A Energia) e Napoli – domani illumineranno anche i loro monument

L' alarme degli 007 :"20 mila migranti verso Italia"

C’è forse un motivo ben preciso per il quale il Viminale nei giorni scorsi ha presentato, per l’ennesima volta, un piano che chieda all’Europa un meccanismo di ricollocamento automatico dei migranti che sbarcano seguendo la rotta del Mediterraneo. Una lettera – appello quella, condivisa con i ministri dell’interno di Spagna, Grecia, Malta e Cipro.

In poche parole, l’Europa mediterranea è tornata a chiedere ricollocamenti obbligatori ed automatici, un superamento de facto del meccanismo previsto dal trattato di Dublino, con l’Europa del nord invece che al momento ha risposto negativamente alla proposta. L’impressione è che la sfida sui ricollocamenti è un interesse soprattutto italiano.

ITALY IS BEAUTIFUL COUNTRY TO VISIT NOT A LEPER COLONY

Italy welcomes visitors from the European Union and Schengen area countries, without quarantine, from 3 June, as the country makes a tentative return to international tourism following prolonged lockdown restrictions due to covid-19.

From today Italians will be able to travel to most EU and Schengen zone countries, with several exceptions including Greece which reopens its borders to Italy on 15 June. However those travelling to Greece from the north Italian regions of Lombardy, Emilia-Romagna, Piemonte and Veneto from 15-30 June will be required to undergo testing and quarantine.

'Italy not a leper colony'

Italian foreign minister Luigi Di Maio has expressed his disapproval over the Greek restrictions, saying: "We believe in the European spirit, but we are ready to close the borders to those who do not respect us," adding that Italy has "distinguished itself for transparency" and its statistics are "very comforting".