Your current version of the hwdVideoShare component is not compatible with this version of the hwdVideoShare Mambot, please check your versions.

Papa unveiled the monument for refugees

Francis has always urged compassion and charity toward the refugees of the world. But on Sunday, during a special Mass on the 105th World Day of Migrants and Refugees, he unveiled a monument to migration in St. Peter’s Square as a homage to the displaced.

The work, “Angels Unaware,” by the Canadian artist Timothy P. Schmalz, depicts 140 migrants and refugees from various historical periods traveling on a boat, and includes indigenous people, the Virgin Mary and Joseph, Jews fleeing Nazi Germany and those from war-torn countries.

It was requested by the Vatican’s Office of Migrants and Refugees and funded by the Rudolph P. Bratty Family Foundation.

Francis said the statue had been inspired by a passage in “Letter to the Hebrews,” from the New Testament: “Do not forget to show hospitality to strangers, for by so doing some people have shown hospitality to angels without knowing it"

Don Della Dalla :"Aiutamoli a casa loro"

Prete No Global: Giusto accoglierli ma anche aiutarli a casa loro

(Fotogramma)

Partire dallabolizione della Bossi-Fini che ha finito "solo per creare clandestinit", confrontarsi con lEuropa, ma ancherivedereil concetto di "aiutiamoli a casa loro", non in salsa leghista, ma nel senso di liberare l'Africa e rendere autonome quelle nazioni. Don Vitaliano Della Sala, il prete barricadero, che esercita le sue funzioni sacerdotali nella chiesa di Capocastello, borgo di Mercogliano in provincia di Avellino, illustra all'AdnKronos la sua ricetta sul fronte immigrazione. Sullo sfondo c' la vicendaOpen Arms.

Papa riceve la famiglia Rom

Papa riceve famiglia rom

Anchela famiglia rom di Casal Bruciato - il marito, la moglie e una figlioletta piccola in braccio - arrivata nella basilica di San Giovanni in Laterano, invitata da Papa Francesco in occasione dell'incontro con la diocesi di Roma e con il cardinale vicario Angelo De Donatis. La famiglia, attraversato il transetto della cattedrale, entrata nella sacrestia per un colloquio diretto con il Pontefice.

Un prete al bordo di ONG nave

Un prete a bordo della Mare Jonio

A bordo della nave Mediterranea Mare Jonio che salva imigranti c'anche un sacerdote. "Porto il Vangelo tra i migranti, come chiede papa Francesco nel suo magistero incessante. Lo slogan dei porti chiusi irricevibile" dice all'AdnKronos don Mattia Ferrari della diocesi modenese di Nonatola. Il sacerdote a bordo da tre giorni: "L'idea - racconta - nata da Luca Casarini che, incontrando l'arcivescovo Lorefice di Palermo, ha chiesto di fare salire a bordo anche un sacerdote". L'idea piaciuta a Lorefice e dopo l'ok del vescovo di Modena Erio Castellucci, don Mattia, classe 1993, da alcuni giorni salito a bordo della nave Ong di Mediterranea.

Costruire ponti non muri

Papa: Dobbiamo essere costruttori di ponti non di muriCostruire ponti, non muri. E' l'ammonizione, non nuova, di papa Francesco in occasione del messaggio pasquale Urbi et Orbi. "Il Risorto, che ha spalancato le porte del sepolcro, apra i nostri cuori alle necessit dei bisognosi, degli indifesi, dei poveri, dei disoccupati, degli emarginati, di chi bussa alla nostra porta in cerca di pane, di un rifugio e del riconoscimento della sua dignit", l'esortazione del Papa che invita ad essere "costruttori di ponti, non di muri".